Villa Comunale (Villa Reale o Real Passeggio di Chiaia) | ViaggiArt
Villa Comunale di Napoli
Parco

Villa Comunale (Villa Reale o Real Passeggio di Chiaia)

Villa Comunale di Napoli.
Via Giorgio Arcoleo, Napoli

La Villa Comunale è uno dei principali giardini storici napoletani e si estende per un chilometro tra Piazza della Vittoria e Piazza della Repubblica. Il primo nucleo, un doppio filare di alberi abbellito da fontane, risale al 1697, quando l'allora Viceré dispose la realizzazione di una passeggiata dalla Porta di Chiaia alla Crypta Neapolitana. L'area fu convertita a giardino urbano alla fine del '700, per volontà di Ferdinando IV di Borbone e per opera di Carlo Vanvitelli. Nel periodo napoleonico, la Villa fu ampliata e ridisegnata dagli architetti Stefano Gasse e Paolo Ambrosino, che vi aggiunsero sentieri e aiuole in stile romantico. Con la realizzazione della colmata di Via Caracciolo, a partire dagli anni settanta del XIX secolo la Villa fu ampliata anche verso il mare, con un nuovo ingresso principale su Piazza Vittoria. In occasione dei restauri degli anni '90, in rottura col precedente stile neoclassico, sono stati riprogettati gli chalet, il verde e l'illuminazione. Piantato a lecci, pini, palme ed eucalipti, il giardino ospita anche monumenti, fontane ed edifici di varie epoche, tra cui: "Fontana della Tazza di Porfido" (detta "delle Paparelle"); "Fontana di Santa Lucia", opera degli scultori Michelangelo Naccherino e Tommaso Montani (1606); "Fontana del Ratto d'Europa", di Angelo Viva; le sculture neoclassiche settecentesche a soggetto mitologico provenienti dalla Reggia di Caserta (opere di Solari senior e Violani); i Tempietti di Torquato Tasso e di Virgilio, opere di Stefano Gasse; Casina Pompeiana; la Stazione Zoologica Anton Dohrn e il Palazzo del Circolo della Stampa.

Napoli

Napoli

"Della posizione della città e delle sue meraviglie tanto spesso descritte e decantate, non farò motto. Vedi Napoli e poi muori! dicono qui". (Goethe, Viaggio in Italia)   Napoli è la terza Città Metropolitana d’Italia...

Booking.com