Real Albergo dei Poveri (o Palazzo Fuga) | ViaggiArt
Real Albergo dei Poveri
Edificio storico

Real Albergo dei Poveri (o Palazzo Fuga)

Real Albergo dei Poveri.
Piazza Carlo III, 17, Napoli

Il Real Albergo dei Poveri (o Palazzo Fuga) è il principale palazzo monumentale di Napoli, una delle più grandi costruzioni settecentesche d'Europa. L'architetto Ferdinando Fuga fu chiamato a Napoli nel 174 da Re Carlo III di Borbone per progettare un gigantesco "Albergo dei Poveri", per accogliere le masse indigenti. L'opera rimase incompiuta, tanto che la sua mole attuale (oltre 100.000 metri quadri) rappresenta solo un quinto del progetto iniziale. Nonostante i buoni propositi, l'Albergo divenne un vero e proprio carcere. Nel 1838, le sale furono adibite a Scuola di Musica; nel corso degli anni, si avvicendarono nei suoi locali un Centro di Rieducazione per Minorenni, un Tribunale dei Minor, un cinema, delle officine meccaniche, la caserma dei Vigili del Fuoco e l'Archivio di Stato Civile. Quando la proprietà passò al Comune, nel 1999 furono avviati i restauri. Nella sua veste attuale, l'edificio si estende su 103.000 metri quadri, con una facciata lunga intervallata da cinque ordini di finestre e tre marcapiani con timpano centrale. L'interno si snoda attorno a tre cortili: quello centrale, a croce di Sant'Andrea, doveva essere la pianta di una grande chiesa; i cortili laterali, adibiti a giardini, costituivano spazi ricreativi con campetti da gioco.

Napoli

Napoli

"Della posizione della città e delle sue meraviglie tanto spesso descritte e decantate, non farò motto. Vedi Napoli e poi muori! dicono qui". (Goethe, Viaggio in Italia)   Napoli è la terza Città Metropolitana d’Italia...

Booking.com