c
Come fare

Come rinnovare il passaporto

Scritto da Redazione , 07/10/19

In previsione di un viaggio fuori dall'Europa vorresti sapere come rinnovare il passaporto, dopo esserti accorto che è scaduto? In Rete hai eseguito numerose ricerche, senza però avere troppa fortuna?

Niente paura sei capitato al posto giusto al momento giusto. Ti aiuteremo a rispondere a tutte le tue domande, spiegandoti in maniera dettagliata, e al tempo stesso semplice, tutti i passaggi da seguire per completare in maniera corretta il rinnovo del passaporto.

Per prima cosa, dedicheremo una prima parte della nostra guida alla durata legale del documento che consente ai cittadini di visitare un Paese straniero sia per motivi di lavoro che per svago. Ci occuperemo quindi delle operazioni concrete da eseguire per rinnovare il passaporto. Infine, indicheremo il costo del rinnovo.

Quando bisogna rinnovare il passaporto?

Il passaporto ha una validità di 10 anni. Sei mesi prima della scadenza, il documento non consente alla persona che ne è in possesso di circolare liberamente nei Paesi Ue, dal momento che risulta valido soltanto per attestare la sua identità. Ciò significa che se hai pianificato una vacanza entro i sei mesi dalla data di scadenza del passaporto, è fondamentale rinnovare il passaporto (a meno che tu non voglia andare incontro a spiacevoli sorprese una volta giunto in aeroporto). 

Ci sono diverse cose importanti che devi ancora conoscere prima di passare alla 'pratica'. Per prima cosa, parlare di rinnovo del passaporto in realtà è fuorviante. Noi siamo ad esempio abituati con la patente, la quale va rinnovata dopo un determinato periodo di tempo a seconda dell'età che abbiamo, senza però dover ripetere l'esame di guida (o il test scritto). Nel caso del passaporto, invece, siamo di fronte a una situazione diversa. Quando parliamo di rinnovo ci stiamo in realtà riferendo a un'operazione che prevede l'emissione di un passaporto nuovo dopo aver eseguito di nuovo da capo l'intera procedura prevista in occasione della prima volta. Fino al 2006 era corretto parlare di rinnovo. In seguito, precisamente a partire dal 26 ottobre dello stesso anno, a seguito dell'introduzione del passaporto elettronico, è stato stabilito che al posto del rinnovo è necessario presentarsi di nuovo in questura per procedere alla richiesta di rilascio di un nuovo passaporto.

Se per te si tratta del primo rinnovo in assoluto, probabilmente ti ricorderai ancora l'attesa una volta dentro la questura, con i tempi e i costi del primissimo passaporto. Chi, invece, l'ultima volta aveva rinnovato il passaporto secondo le modalità tradizionali, farà forse più fatica a ricordarsi l'intera pratica. Di seguito spiegheremo, passaggio dopo passaggio, tutte le operazioni da completare per richiedere il rilascio del passaporto, dopo che quello vecchio è scaduto o è in scadenza. Prima però ti avvisiamo che per ottenere un nuovo passaporto dalla Polizia devi essere in regola con il pagamento di eventuali multe comminate dalla Polizia stradale in quest'ultimo periodo. Infatti, qualora risultassero una o più sanzioni non saldate, la questura potrebbe non concederti il rilascio del nuovo documento.

Documenti necessari e tempi di rilascio del nuovo passaporto 

I documenti necessari per ottenere il rilascio del passaporto sono gli stessi presentati anni prima per l'emissione del primo. In primis, occorre presentare due fotografie scattate di recente, con una larghezza non superiore (né inferiore) ai 35-40 mm. Il viso deve ricoprire una percentuale di almeno il 70%, bisogna inoltre tenere in conto che in primo piano ci debbano essere soltanto il volto e le spalle. Devono poi essere presentati sia il vecchio passaporto scaduto sia la carta d'identità (assicurati che quest'ultima sia ancora valida a differenza del passaporto). 

Veniamo ora alle note dolenti. Tra i documenti richiesti per il rilascio del nuovo passaporto, figurano anche un contrassegno telematico del valore di 73,50 euro (lo puoi acquistare in qualsiasi tabaccaio, purché sia autorizzato dallo Stato italiano) e una copia del versamento eseguito in favore del MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze) il cui importo ammonta a 42,50 euro. Se esegui il versamento tramite l'home banking della banca presso cui hai aperto il conto corrente, ricorda di inserire come causale la seguente dicitura: 'importo per il rilascio del passaporto elettronico'. 

La maniera più semplice (e veloce) per richiedere un nuovo passaporto è recarsi in questura (compilando però prima il modulo online presente sul sito ufficiale della Polizia di Stato, ve ne parliamo più avanti). Dopo aver mostrato i documenti qui sopra indicati, si procederà con la rilevazione delle impronte digitali. Il passaporto non verrà però consegnato subito, ma potrebbe trascorrere fino a un mese di tempo da quando ci si è recati presso la questura del proprio comune di residenza. Di solito, comunque, il documento è pronto entro una o al massimo due settimane. Per ritirare il documento, puoi decidere se presentarti di nuovo in questura oppure chiedere la spedizione a domicilio tramite il servizio Posta Assicurata, che però ha un prezzo di 8,20 euro (che va dunque a sommarsi all'importo complessivo della spesa). 

Esistono delle alternative rispetto alla richiesta di rilascio di nuovo passaporto, ma tendiamo a sconsigliarle per via dei tempi. Consideriamo inoltre che il passaggio alla questura è obbligatorio, poiché il rilevamento delle impronte digitali è una pratica indispensabile per ottenere il rilascio del nuovo passaporto

Le alternative sono rappresentate dagli uffici postali, quelli comunali e la procedura online. È importante però sottolineare come i tempi si allunghino in maniera considerevole. Se, ad esempio, ci si reca presso il Comune, possono volerci anche 4-6 settimane prima di riuscire a ottenere una data utile per presentarsi in questura per il rilascio del passaporto. L'attesa è inferiore se invece ci si reca presso un ufficio postale, dove in media trascorrono circa due settimane. Se si decide di presentare la domanda di rinnovo del passaporto alle Poste Italiane, si può inoltre scegliere di ritirare il passaporto nello stesso ufficio dove si è inoltrata la richiesta. 

Un'ulteriore possibilità viene offerta dal modulo online scaricabile dalla sezione ufficiale del sito della Polizia di Stato dedicata al passaporto online. Grazie a questo modulo si può prenotare sia il luogo che la data per presentare l'intera documentazione segnalata qui sopra. Il vantaggio è di eliminare la lunga attesa per la coda spesso presente all'interno della questura. Consigliamo quest'ultima soluzione per accorciare i tempi di attesa che verrebbero a crearsi se presenti la domanda in un ufficio postale o presso il tuo comune.

Il costo totale del rinnovo del passaporto

La spesa complessiva del rinnovo del passaporto è pari a 116 euro, la somma dei pagamenti effettuati per il versamento del bollettino postale al numero di conto corrente postale 67422808 e per l'acquisto di un contrassegno telematico. Se si dovesse richiedere il servizio Posta Assicurata, chiedendo alla questura la consegna del nuovo passaporto direttamente a domicilio tramite Poste Italiane, la spesa totale ammonterebbe a 124,20 euro, dal momento che il costo della spedizione è pari a 8,20 euro.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Roma

Roma, capitale d’Italia, anche definita “l'Urbe” e “Città Eterna” secondo la tradizione fondata da Romolo il 21 aprile del 753 a.C. sulle rive del fiume...

Altri Suggerimenti

Documenti per visitare gli USA: cosa occorre?

Come fare

Documenti per visitare gli USA: cosa occorre?

Un viaggio per gli USA richiede il possesso di documenti specifici, a differenza di una vacanza in Europa o in un altro Paese extra-Ue. Se viaggiamo senza visto, è obbligatorio compilare il modulo ESTA  sarà necessario disporre del passaporto. E anche se

Cosa portare in valigia per Natale?

Come fare

Cosa portare in valigia per Natale?

Se per Natale avete deciso di andare in vacanza per le classiche mete di montagna o in giro per le grandi capitali europee a camminare tra luci e vetrine addobbate a festa, è essenziale che portiate con voi tutto il necessario per ogni evenienza, trascorr

Crociera: cosa mettere in valigia

Come fare

Crociera: cosa mettere in valigia

Il momento della partenza è sempre ricco di enfasi, tuttavia c'è una delle fasi che divide un po' i viaggiatori: l'attimo di preparare il bagaglio.

Voli low cost, meglio sapere che…

Come fare

Voli low cost, meglio sapere che…

Negli ultimi anni si sono diffusi in modo progressivo i voli low cost: voli a basso costo che permettono ai viaggiatori di spostarsi facilmente senza spendere grandi cifre. Attenzione però, è meglio sapere che...

Viaggio condiviso: ecco come risparmiare

Come fare

Viaggio condiviso: ecco come risparmiare

La sharing economy è l’economia della condivisione, un principio che ha caratterizzato i viaggi nell’ultimo decennio e che continua a svilupparsi in modo capillare, soprattutto perché è sinonimo di Viaggio condiviso e del come risparmiare

Come viaggiano i cani in aereo

Come fare

Come viaggiano i cani in aereo

Grazie a numerose campagne di sensibilizzazione e a una maggiore attenzione da parte delle compagnie aeree, viaggiare con un cane è diventato più semplice e confortevole, soprattutto per il nostro amico a quattro zampe