Castello di San Giorgio - ViaggiArt
Castello

Castello di San Giorgio

Lungolago Gonzaga, Mantova

Costruitoa partire dal 1395 e concluso nel 1406 su committenza di Francesco I Gonzaga e su progetto di Bartolino da Novara, il Castello di San Giorgio è un edificio a pianta quadrata con quattro torri angolari, cinto da un fossato con tre ponti levatoi, volto a difesa della città. il Castello fu per lunghi anni la residenza di Isabella d'Este, che volle presso la corte numerosi artisti e umanisti dell'epoca (Andrea Mantegna, il Perugino, Leonardo da Vinci, Ludovico Ariosto e Baldassarre Castiglione), facendo di Mantova una delle maggiori corti europee e centro artistico e letterario. A partire dal 1815, con l'occupazione austriaca della città il Castello divenne carcere di massima sicurezza per gli oppositori. All'interno, uno dei capolavori assoluti del Mantegna: la Camera degli Sposi (o Camera Picta), meravigliosa stanza del piano nobile del torrione nord-est, completamente affrescata. I dipinti sono stati realizzati sia a secco che a fresco e in due scene raffigurano la famiglia Gonzaga: la "Scena dell'Incontro" e la "Scena della Corte". Altro pezzo forte, lo Scalone di Enea, opera del Bertani del 1549 che collega il Castello al Salone di Manto nel Palazzo Ducale. In cima  allo scalone si accede al cortile e al loggiato interno, opera di Luca Fancelli del 1472, su disegno di Andrea Mantegna.

Mantova (Sito UNESCO)

Mantova (Sito UNESCO)

Capitale Italiana della Cultura 2016, dal luglio 2008 la città d'arte di Mantova è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell'Umanitàdell'UNESCO, con Sabbioneta, altra città lombarda accomunata dall'eredità della famiglia...

Booking.com