Architettura

Ponte San Giorgio

Via Legnago, 1922, Mantova

Ponte di San Giorgio fu costruito in legno tra il 1198 e il 1199, nell'ambito dell'intervento idraulico attuato dall'ingegnere Alberto Pitentino che trasformò la palude attorno a Mantova in un complesso di bacini lacustri, i cosiddetti Laghi di Mantova, per proteggere la città dalle inondazioni e dagli eserciti nemici. Ludovico Gonzaga, nel XIV secolo, fece realizzare il Ponte in muratura, poi coperto, come testimonia da una lapide del 1417. Fu durante l'assedio francese che la struttura fu danneggiata insieme al borgo. Nel 1922 le arcate furono interrate, fu abbattuto il ponte levatoio e si realizzò il Ponte attuale.