Punto di Interesse

Museo del castagno di Zocca

Via S. Giacomo (c/o Antico Ospitale S. Giacomo), Zocca, (Modena)
Nasce nel 2000 presso l’ospitale di San Giacomo di Zocca per documentare l'importanza rivestita nei secoli dal castagno e dai suoi frutti, come alimento e materia prima, nella vita e nel lavoro degli abitanti della montagna. Nelle tre sale si ripercorre la storia della castagna attraverso gli oggetti ad essa legati, descrivendo non solo gli strumenti per la cura del castagneto e per la lavorazione dei prodotti, ma anche le caratteristiche di questa specie arborea, la sua distribuzione nazionale, europea e nel mondo, le malattie, gli innesti. Viene inoltre ricostruito l’habitat del castagneto, con le piante, gli animali e le tracce, mentre uno spazio è dedicato al castagno durante la seconda guerra mondiale con reperti bellici e documentazione inerente.Il museo non si esaurisce all’interno delle sale ma esce dall’ospitale e si inoltra lungo un pianeggiante sentiero nel cuore dei castagneti di monte San Giacomo. L’itinerario esterno è attrezzato con cartelli informativi che illustrano, lungo le tredici tappe, i vari momenti della coltivazione del castagno ripercorrendo le attività da svolgere per la corretta manutenzione del castagneto e descrivendo le diverse fasi “di vita” di questo frutteto.

Zocca

Zocca

Zocca (la Zòca in dialetto frignanese) è un comune italiano di 4.876 abitanti della provincia di Modena, in Emilia-Romagna, situato a sud del capoluogo, posto a 759 metri sul livello del mare. Onorificenze Geografia Localit...

Booking.com