Quando si regalavano giocattoli - ViaggiArt
Life Style

Quando si regalavano giocattoli

CC BY
1 anno fa
Urbino, (Pesaro e Urbino)

C’era un tempo in cui i bambini, non solo per Natale, ricevevano in regalo giocattoli e addirittura…ci giocavano! “Giochiamo! Giochi e giocattoli dal Rinascimento al Barocco” è la mostra che fino al 5 febbraio fa rivivere quel tempo felice alla Galleria Nazionale delle MarchePalazzo Ducale di Urbino.

Visitare questa splendida rassegna di giochi e giocattoli antichi è un tuffo al cuore e un viaggio nel tempo, quando ai bambini era concesso di esplorare in libertà gli spazi all’aperto e quelli segreti della propria fantasia.

L’esposizione passa attraverso giochi e rappresentazioni di scene di gioco, opere rare che trasportano il visitatore in un mondo ludico e prezioso, fatto di grandi scacchiere cinquecentesche con pezzi in oro e argento, miniature viennesi e tutti i giocattoli che affollavano le camerette dei nobili rampolli dell’epoca: bambole di stoffa, giocattoli di legno, ceramica, stagno e piccoli congegni meccanici.

 

Urbino capitale del gioco antico

L’occasione è perfetta per godere, accompagnati da ViaggiArt, anche delle bellezze che riservano la città di Urbino e i suoi dintorni. Dal Palazzo Ducale, una delle più affascinanti espressioni architettoniche del Rinascimento italiano, visitiamo l’adiacente Cattedrale e le numerose opere d’arte custodite al suo interno.

Il centro storico della città, Patrimonio UNESCO dal 1998, è raccolto nell’abbraccio di una lunga cinta muraria in cotto e pietra, scandita da torri ed edifici medievali in perfette condizioni. Sotto la guida illuminata dei Montefeltro, Urbino diviene vera e propria “Culla del Rinascimento”, ospitando artisti del calibro di Piero della Francesca, Bramante e Rafaello.

Tornando con la mente ai giochi all’aria aperta e ai giocattoli antichi, non è difficile immaginare le dolci colline marchigiane che circondano la città animate da gare di corsa col sacco, cerchio e bastone, mosca cieca, palla avvelenata e corse a perdifiato dietro un aquilone.

L’atmosfera da fiaba medievale culmina al cospetto del Castello di Gradara, nell’omonimo borgo al confine tra Marche e Romagna, e in tutto il vasto territorio del Montefeltro, dove arte, storia e tradizione raccontano al meglio il cuore d’Italia.

 

Redazione

 

PhCredits: olivierl/123RF

 

Urbino

Urbino

Urbino (Urbìn in dialetto gallo-italico marchigiano, Urvinum Mataurense in latino) è un comune italiano di 15.346 abitanti, capoluogo con Pesaro della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. Fu uno dei centri più importanti del...

Booking.com