Ponte Sanguinario - ViaggiArt
Architettura

Ponte Sanguinario

Strada Statale 418, Spoleto, (Perugia)

Situato nel sottosuolo nell'area orientale di Piazza della Vittoria, fu probabilmente voluto da Augusto quando fece ricostruire i ponti della Via Flaminia, intorno al 27 a.C. Il possente Ponte è costruito con grandi blocchi squadrati di travertino, presenta tre arcate semicircolari, di cui una ancora interrata, ed è lungo circa 24 metri. Il pilone centrale contiene un cunicolo che serviva a favorire il deflusso dell'acqua, mentre i laterali sono costruiti a gradoni, difesi da scogliere artificiali o ruderi. Sopra l'arcata ancora nascosta, poggia la Porta di San Gregorio. La denominazione "Ponte Sanguinario" si ritiene sia stata adottata in tempi più recenti rispetto alla sua costruzione, durante la persecuzione cristiana: la tradizione, la rapporta alle esecuzioni, e alle teste mozzate dei martiri che venivano gettate nel torrente. Un'altra leggenda narra che un cunicolo sotterraneo collegherebbe il Ponte alla Rocca Albornoziana, usato da Lucrezia Borgia per ricevere i suoi amanti nel periodo in cui fu Ggovernatrice di Spoleto.

Spoleto

Spoleto

La città si sviluppa sul colle Sant'Elia, un basso promontorio collinare alle falde del Monteluco. Durante l'Età del Ferro Spoleto fu uno dei maggiori centri umbri, in posizione dominante sulla valle. Rimangono numerose sepolture a...

Booking.com