Museo

Museo I magli di Sarezzo

Via Valgobbia, 19, Sarezzo, (Brescia)
Rivive la vecchia fucina, attiva dal XV al XX secolo, a meta' strada tra l'officina e la fabbrica per imponenza degli impianti e modalita' lavorative.
Non solo la ricostruzione della storia della fucina di Valgobbina, consentita dalle ricerche di studiosi locali, ma anche il recupero della memoria sedimentata in questo luogo del lavoro ha rappresentato una coordinata di fondo della messa a punto e nella realizzazione del progetto museale dei Magli di Sarezzo.
Innanzitutto la memoria dell'ex proprietario, Roberto Sanzogni, e di alcuni dei numerosi lavoranti che sono passati in questa fucina (Giovanni Mondini, Andrea Mandora, Giuseppe Reboni), portatori di un sapere cresciuto nella pratica, trasmesso attraverso l'esperienza, che ha certo conosciuto cesure determinate da vicende economiche e innovazioni tecniche, ma ha anche conservato le tracce profonde della perizia dei maestri forgiatori operanti dal XVI secolo in questa stessa fucina.
Decisivi sono dunque risultati la collaborazione dei protagonisti della vicenda attraversata dalla ""fucina Sanzogni"" nel secolo dopoguerra, la loro sincera adesione all'iniziativa e il contributo da loro offerto alla formulazione del progetto di allestimento mettendo a disposizione la loro esperienza, raccontando con pazienza come si svolgevano le diverse fasi della lavorazione.


Sarezzo

Sarezzo

Sarezzo (Sarès in dialetto bresciano, e Harès o Harèh nella variante triumplina) è un comune italiano di 13 636 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Geografia fisica Il comune si trova nella bassa Val Trompia, a circa 13...

Booking.com