Area Archeologica

Villa romana della Foce

Argine Destro Torrente Foce (dietro Cimitero Monumentale), Sanremo, (Imperia)

I resti della Villa romana della Foce si trovano nei pressi del cimitero monumentale di Sanremo, vicino allo sbocco del Rio Foce. Il sito, noto fin dal Seicento, fu indagato solo nel 1925 dall’archeologo P. Barocelli. Gli ambienti rinvenuti fanno parte di un impianto termale; i muri in alzato sono frutto di un reimpiego, forse già a partire dal XVII secolo, per la costruzione di una casa rurale. Gli scavi, proseguiti da Lamboglia, portarono alla luce altri vani,  consentendo di identificare l'edificio come "ville marittima": grande residenze extra-urbana per soggiorni estivi. Al momento, sono visibili dodici ambienti: il balneum, ad uso esclusivo del proprietario (entro il quale si conservano vari elementi dell’impianto di riscaldamento); gli ambienti di riposo; un vano di servizio; un cortile scoperto e una latrina. I reperti rinvenuti suggeriscono una datazione iniziale al I secolo d. C., con continuità d'uso fino al VI secolo d. C.

Sanremo

Sanremo

È una località turistica, rinomata per la coltivazione dei fiori (celebrata ogni anno con il corso fiorito Sanremo in Fiore), da cui il nome di Città dei Fiori. Sanremo presenta tracce di attività umana fin da tempi remoti, come...

Booking.com