Turismo esperienziale: Italia meta più ambita al mondo | ViaggiArt
Esperienze

Turismo esperienziale: Italia meta più ambita al mondo

BY [stevanzz]/123RF
1 settimana fa
San Gimignano, (Siena)

Quello che conta di un viaggio non è più la destinazione ma l’esperienza che vorresti vivere. Almeno è questo il nuovo trend turistico che inverte la rotta mettendo al primo posto le possibili esperienze di viaggio.

 

I turisti non vogliono soltanto visitare città d’arte o perdersi tra le meraviglie del mondo: hanno voglia di partecipare, di vivere un’esperienza personale per rapportarsi con le tradizioni di quel posto, specie quelle culinarie. 

 

È così che il Bel Paese, ricco di arte, cultura e con un patrimonio enogastronomico da far invidia persino alle intramontabili mete tropicali, si classifica al primo posto nel mondo del turismo esperienziale prendendoci tutti per la gola. Sono infatti i corsi di cucina, precisamente in Toscana, ad aver scalato la classifica delle Top 25 Experiences - World stilata da TripAdvisor raggiungendo la vetta dei migliori tour e migliori attività a livello internazionale.

 

L’Italia vanta un patrimonio enogastronomico immenso, basti pensare che al momento si contano ben 299 prodotti d’eccellenza certificati, tra quelli a marchio DOP e IGP. Il turismo rurale è sempre più in voga, d’altronde è un paese ricco di tradizioni culinarie e prodotti d’eccellenza in ogni angolo della penisola.

 

turismo rurale

 

Esperienze rurali e slow tourism 

Chi sceglie lo slow tourism non solo ama sperimentare cose nuove che abbiano a che fare con la cultura di quel posto, ma ha anche voglia di prendersi il proprio tempo per imparare cose nuove, che vadano oltre i soliti tour gastronomici

 

Il contesto di questo riuscitissimo esperimento è la tranquillità della campagna, gli scenari naturali che è in grado di offrire, in cui la pietra del casolare si sposa con la natura circostante e i profumi della terra si confondono con quelli del bosco. 

 

Visitare i campi, scegliere gli ortaggi e passare direttamente dalla terra alla cucina assaporando un bicchiere di rosso autoctono; impastare farina e uova; preparare un succulento secondo di carne o un delizioso tiramisù; sono solo alcune delle offerte proposte. 

 

ViaggiArt è andato a cercare gli agriturismi più insoliti dove poter fare questo tipo di esperienza. Ecco quali:

 

1. Agriturismo Masseria Salinola (Ostuni)

A pochi passi da Ostuni, nel cuore della Valle dei Trulli, dove inizia la campagna con le sue distese di ulivi secolari, troviamo la Masseria Salinola, un’antica struttura seicentesca restaurata. 

 

Qui possiamo scoprire i segreti della cucina pugliese, come le sue famose orecchiette, impastarle, prepararle e cucinarle con le cime di rapa, oppure dedicarci alla raccolta delle olive nei periodi invernali. 

 

2. Agriturismo Le Chiuse di Guadagna (Scicli)

A pochi chilometri dal mare e dai barocchi di Sicli troviamo l’agriturismo Le Chiuse di Guadagna, tra i carrubi spiccano la pietra bianca e i muri a secco di questa masseria in provincia di Ragusa. 

 

In questo agriturismo a Scicli il corso di cucina rispetta la più antica delle tradizioni, stavolta siciliana, con ricette antiche e tramandate oralmente, però lo fa con chef d’eccezione: le massaie del posto. 

 

corsi di cucina

 

3. Agriturismo Borgo Storico Cisterna (Pesaro e Urbino)

Nel comune di Macerata Feltria, nella storica regione di Montefeltro, borgo medievale in provincia di Pesaro e Urbino, il Borgo Storico Cisterna offre immersione totale nella vita contadina e verde. 

 

Anche qui è possibile partecipare esperienze culinarie tradizionali per scoprire le antiche tecniche di preparazione della pasta fatta a mano o ripiena. Oltre alla cucina offre corsi di ceramiche, ricamo e corsi di riconoscimento delle erbe spontanee. 

 

4. Agriturismo La tavola dei Cavalieri (Assisi)

Un’azienda agrobiologica in provincia di Assisi che all’agricoltura ecosostenibile unisce i sapori genuini di un tempo offrendo unicamente prodotti a chilometro zero.

 

L'agriturismo La tavola dei Cavalieri propone due tipi di corsi esperienziali legati al gusto: “mani in pasta”, un corso per imparare tutti i trucchi della pasta fatta in casa, dai tortelli alle tagliatelle; e “il mastro birraio”, un viaggio nei segreti del luppolo guidati da esperti del settore. 

 

5. Agriturismo Torraccia di Chiusi (San Gimignano)

Dulcis in fundo andiamo nella premiata Toscana, precisamente alla Torraccia di Chiusi, agriturismo in San Gimignano, città medievale e punto ideale per un viaggio nella storia dell’arte toscana. 

 

L’azienda agricola biologica non solo offre i classici corsi di cucina tradizionale ma anche rinascimentale, etrusca e romana: un viaggio alla scoperta di sapori davvero antichi. 

 

Non resta che rimboccarsi le maniche, scegliere un country hotel e prepararsi a vivere un’esperienza rurale in cucina! 

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

San Gimignano

San Gimignano

Borgo medievale in provincia di Siena dal fascino inalterato. Nota come la “Manhattan del Medioevo”, per via delle 72 torri che punteggiano il centro storico, San Gimignano è stato dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio...

Booking.com