Galleria Doria Pamphilj | ViaggiArt
Museo

Galleria Doria Pamphilj

VIA DEL CORSO, 305, Roma

La Galleria Doria Pamphilj, situata nell'omonimo Palazzo tra Via del Corso e Via della Gatta, è una grande collezione privata che ha origine nel 1651, quando Giambattista Pamphilj (Papa Innocenzo X) vincolò le pitture e gli arredi della propria dimora. Già all'epoca la Galleria possedeva dei Velazquez, poi fu notevolmente arricchita con opere di Raffaello, Tiziano, Parmigianino, Beccafumi e Caravaggio ("La buona ventura", ora al Louvre). In seguito comprò molti quadri bolognesi, di Claude Lorrain e alcune opere delle collezioni Bonello e Savelli. Risale al 1760, sotto il ramo familiare Doria Pamphilj, l'acquisto di opere del Bronzino, Sebastiano del Piombo e una serie di arazzi. Del 1838 è l'inaugurazione della Sala Aldobrandini; del XIX secolo l'ultimo acquisto di opere. Con il crescere delle fortune della famiglia, il palazzo si è esteso, ed è tuttora il più di Roma: oltre alle sale di rappresentanza, che ospitano le collezioni, include una cappella, progettata da Carlo Fontana e un cortile. Tra i gioielli della collezione: il "Ritratto di Innocenzo X", di Velázquez (1650) e la "Salomè", di Tiziano (1515).

Info:

Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00

Il Palazzo può essere prenotato per ricevimenti e congressi.

Roma

Roma

Roma, capitale d’Italia, anche definita “l'Urbe” e “Città Eterna”, è la Città Metropolitana più estesa e popolosa del territorio italiano e ha come emblema la “Lupa Capitolina”. Secondo la tradizione, fu fondata da...

Booking.com