Immagine non disponibile c
Museo

Civica raccolta d’arte "B. Biancolini"

VIA TRENTO, 7, Potenza Picena, (Macerata) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Il Museo della chitarra, provvisoriamente ospitato nelle Sale del Palazzo Comunale e attualmente in attesa di un nuovo allestimento, nasce nel 2004 dalla collaborazione tra il Comune di Recanati e la storica azienda produttrice di strumenti musicali EKO. Negli anni 1960  la tradizionale industria di fisarmoniche domiciliata attorno a Castelfidardo cominciava a declinare. Ad opera specialmente di Oliviero Pigini, l'industria venne riconvertita nella produzione di chitarre, avendo l'imprenditore intuito l'importanza che la chitarra (specialmente elettrica) stava assumendo presso il pubblico giovanile, anche grazie alle nuove tendenze di provenienza statunitense.Le prime chitarre elettriche prodotte dalla EKO, quindi, furono realizzate usando materiali precedentemente utilizzati per la costruzione di fisarmoniche. Questo le rese assolutamente diverse da quelle prodotte, per esempio, negli USA che, per la loro provenienza folk - country, erano molto più spartane ed esteticamente meno appetibili.  Grazie al fatto che la EKO divenne un punto di incontro dei maggiori gruppi ed artisti della scena musicale italiana e internazionale.

Potrebbero interessarti