• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Locandina c
Mostra

La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni. Mostra di Alberto Andreis

Strada Nuova, 65, Pavia
fino a sabato 09 febbraio 2019
Tempo di lettura: meno di 1 minuto

La Mostra  nasce a seguito del successo dell’esposizione “Da NInive a Mosul”  e per l’interesse suscitato dalla tematica di Babele e della sua celebre Torre.

La Biblioteca custodisce una collezione di Bibbie di varie epoche, di cui molte illustrate, selezionate per le loro immagini: dall’incunabulo del 1493 Liber Chronicarum, attraverso gli straordinari volumi della Bibbia appartenuta alla Certosa di Pavia (1569-72) con i testi in latino, greco ebraico e caldaico. E, a proposito delle lingue, un piccolo spazio è stato riservato ad Ambrogio Teseo degli Albonesi che, nella prima metà del Cinquecento, tra le mura del Monastero di San Pietro in Ciel d’Oro, si occupava di linguistica. Chiudono la rassegna le Bibbie illustrate da Gustave Dorè (1883-85) e Salvator Dalì (1967)

A fianco delle pagine antiche sono esposti dipinti e disegni di Alberto Andreis, che ha ispirato molte delle sue opere proprio a Babele.

Alberto Andreis (Brescia 1959), pittore, scenogragfo, decoratore e fotografo, è considerato da alcuni critici “degno continuatore della ricerca metafisica” dechirichiana. La sua pittura, tecnicamente ricca e molto curata, è evocativa dello “spazio delle varianti”, ove tutto è possibile contemporaneamente.

Il tema della Torre di Babele, talora contaminato da quello del labirinto, ricorre da tempo nella sua ricerca di un senso dell’esistenza. Scenografo internazionale, decoratore, fotografo curioso e straniante, esplora con passione ogni percorso artistico praticato.

Potrebbero interessarti