Crono-tappa alla scoperta dell’Umbria medievale - ViaggiArt
Itinerari

Crono-tappa alla scoperta dell’Umbria medievale

BY Pixabay
1 anno fa
Bevagna, (Perugia)

Prosegue #ViaggiArtGiro100 tra le bellezze d’Italia. L’itinerario di oggi prevede una crono-tappa alla scoperta dell’Umbria, da Foligno a Montefalco. Dopo la sosta di ieri il Giro riparte con una cronometro in prevalenza pianeggiante, salvo qualche “strappo”, tra paesaggi e borghi umbri dal fascino medievale.

 

La bellezza eterna dei borghi umbri

Il nostro team parte da Foligno, città posta al centro della Valle Umbra, cuore verde d’Italia, in un abbraccio di mura ovali. Tappa del circuito gastronomico “Città dell’olio”, Foligno conserva un impianto medievale attraversato dal fiume Topino negli angoli più caratteristici. Piazza Grande, fulcro del centro storico insieme alla Cattedrale di San Feliciano, si apre su scorci architettonici che sembrano vere e proprie scenografie.

Il passato rivive nella Giostra della Quintana, il palio estivo; nell’artigianato locale e nei paesaggi coltivati a frutteti ed orti antichi, punteggiati di pievi e monasteri, primo tra tutti l’Abbazia di Sassovivo, il cui chiostro è un capolavoro dell’arte romanica.

La campagna umbra culla il Giro fino a Bevagna, tra i Borghi più belli d’Italia e Bandiera Arancione, famosa per la lavorazione di tele pregiate. Ricca di monumenti e opere d’arte medievale, Bevagna è nota anche per la suggestiva rievocazione storica del Mercato delle Gaite, cui ViaggiArt ha già dedicato una visita speciale.

Questa decima tappa del Giro d’Italia prosegue ondulata come le colline umbre, tra saliscendi che ci conducono al secondo rilevamento cronometrico, inizio del falsopiano in salita che ci porterà dritti a tagliare il traguardo di Montefalco.

La città di Montefalco, arrivo inedito per il Giro, svetta in cima a un colle, in una posizione panoramica che le vale il titolo di “Ringhiera dell’Umbria”. Da quassù il cuore e lo sguardo si riempiono di meraviglia e spaziano sull’ampia valle che da Perugia si allunga fino a Spoleto. La storia di Montefalco intreccia leggende, arte, paesaggi e prodotti della terra in un connubio che delizia tutti i sensi.

Se già Plinio il Vecchio elogiava i vitigni di Montefalco, noi di #ViaggiArtGiro100 non possiamo sottrarci a un brindisi all’arrivo con un bel bicchiere di Sagrantino!

 

Eliana Iorfida

 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Bevagna

Bevagna

Bevagna, un tempo nota per le tele pregiate che vi si producevano, è oggi inserita tra i "Borghi più belli d'Italia" e tra le "Bandiere Arancioni". Set di diverse produzioni televisive e cinematografiche, il borgo di Bevagna si...

Booking.com