Immagine non disponibile
Punto di Interesse

Fototeca Giovanni Mochi

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
Monte Cerignone, (Pesaro e Urbino)
La chiesa di Santa Caterina, dopo lunghi ed accurati lavori di recupero, ospita oggi al suo interno il museo permanente di foto d’epoca di Giovanni Mochi (18971- 1943).Intorno al 1990 è stata messa a disposizione dalla famiglia Mochi per il comune di Montecerignone questa straordinaria raccolta di immagini.Il Fondo Mochi è costituito da circa 850 lastre vitree (non tutte esposte) scattate e conservate da Giovanni Mochi. Le fotografie esposte su supporto vitreo risalgono al periodo tra il 1890 e il 1925 circa e sono l’accurata documentazione dell’esistenza quotidiana di Giovanni Mochi. I protagonisti sono i figli, la moglie, le rudi balie, gli amici più cari, i propri concittadini, i paesaggi lungo la valle del Conca, i ponti tesi sui fiumi, le gare equestri, il centro storico di Montecerignone e la Rocca Montefeltrana, il cui muro fa da sfondo a numerosi ritratti.Il ritratto, con tutta la sua pregnanza ed il suo fascino è stato scelto come punto di partenza per questo museo unico nel suo genere. Il Fondo Mochi è il primo nucleo di raccolta per la costruzione di una fototeca, che avrà naturale prolungamento in una videoteca, per costituire un archivio dell’immagine e dell’audiovisivo.

Monte Cerignone

Monte Cerignone

Monte Cerignone (Mun'Cirignón in dialetto gallo-italico marchigiano) è un comune italiano di 690 abitanti della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche. Geografia fisica Il territorio comunale include un'exclave, identificabile...

Booking.com