Il guardiano (Cosco Carmela) | ViaggiArt
Architettura

Il guardiano (Cosco Carmela)

Via Piano delle Forche, Marano Principato, (Cosenza)

L’ idea progettuale consiste nell'istallare, adiacente all'entrata dell'acquedotto, una grande torre scolpita in pietra. L’artista ha scelto questo luogo come raccordo metaforico di acqua, aria e terra. Storicamente la funzione della torre era quella di “avvistare” quindi di “proteggere” la popolazione da tutto ciò che potesse nuocere alla sicurezza. Metaforicamente parlando, la natura con i corsi d’acqua, le pietre e l’aria stessa sono la “popolazione” straordinaria da salvaguardare e tutelare proprio perché “niente nasce dal Nulla, tutto nasce dalla Terra”; come guardiano di questo concetto l’artista ha scelto di porre questa torre, così che possa abbracciare terra e cielo in un colpo solo.

Storia de luogo:

L’acquedotto fu costruito nel 1935/36 grazie all’influenza politica dell’On Cesare Molinari, già segretario del partito fascista a Cosenza, nonché Onorevole in Parlamento. Nasce come consorzio tra Marano Principato e Castrolibero, ancora tutt’ora in funzione. Sono ben visibili i fasci con la data dell’era fascista: XIV.

Marano Principato

Marano Principato

Marano Principato nacque in seguito al terremoto del 27 marzo 1638, che distrusse Castelfranco e Rende. La popolazione delle due cittadine cominciò a trasferirsi nelle case coloniche disseminate nell'ampia campagna: una parte di...

Booking.com