Cattedrale di San Bartolomeo - ViaggiArt
Edificio di culto

Cattedrale di San Bartolomeo

Via Castello, Lipari, (Messina)

La Cattedrale di San Bartolomeo sorge nel cuore della Cittadella Fortificata di Lipari. Per contrastare le ripetute incursioni saracene, nel 1083 il conte Ruggero I d'Altavilla invia sull'isola i monaci benedettini, che costruiscono un monastero nei pressi del Castello: a capo dei lavori, l’abate Ambrogio, che avvia la costruzione del Chiostro normanno a noi pervenuto. Distrutta dai turchi, la Cattedrale viene ricostruita nel  1516 da Carlo V, che intraprende un'importante opera di fortificazione della Sicilia e delle Eolie. La nuova Cattedrale, a tre navate, si estende sul lato nord del chiostro, prima adibito a cimitero, poi occultato da un muraglione fino al 1978, quando Luigi Pastore lo riscoprì e lo segnalò alla Soprintendenza. Inizialmente quadrangolare, il Chiostro ospita al centro un giardino circondato da colonne di grande pregio, in quanto provenienti da antiche dimore romane. La facciata svetta in cima a una scalinata scenografica ed è caratterizzata da due ingressi laterali minori, sormontate da finestre vetrate, e da un portone principale architravato. Il timpano è a quattro ordini decrescenti di frontoni rettangolari raccordati da volute. A sinistra, completa il prospetto la massiccia torre campanaria a sezione quadrangolare, con cornicioni in pietra lavica, finestre ovoidali cieche, monofore e orologio. All'interno, la navata centrale è caratterizzata da volte a crociera con raffigurazioni di episodi biblici. La Cattedrale custodisce la reliquia del pollice di San Bartolomeo.

Lipari

Lipari

Il centro storico di Lipari è dominato dalla cinta fortificata, detta Castello, posta su una alta rupe a picco sul mare. L'abitato, inizialmente forse privo di cortina muraria difensiva, ha trovato difesa nel salto di quota che domina...

Booking.com