Immagine non disponibile
Museo

Museo gipsoteca Studio Venzano

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
VIA STEFANO JACINI, 6/5, Genova

Il Museo Gipsoteca Studio Veneziano (MGSV) è una struttura museale monografica dedicata allo sculture Luigi Veneziano (1885-1962), che ebbe una posizione di rilievo nel panorama della scultura genovese della prima metà del secolo scorso. Figlio di un operaio tornitore del cantiere Odero a Sestri, Luigi Venzano iniziò giovanissimo a lavorare come intagliatore in legno. Contemporaneamente frequentava i corsi dell'Accademia Ligustica di Belle Arti. Nel 1913, grazie al pensionato quadriennale conferitogli dall'Accademia stessa, si trasferisce a Roma per perfezionarsi nella scultura. Dopo la fine del primo conflitto mondiale, ristabilitosi a Sestri Ponente, prosegue la sua attività di scultore, imponendosi attraverso importanti concorsi pubblici e significative commissioni private. Notevole la sua attività come ritrattista e nell'arte funeraria, anche al di fuori dell'ambiente ligure. Nel 1923 l'Accademia Ligustica di Belle Arti lo nominò Accademico di Merito per la Scultura. Il MGSV è stato aperto al pubblico nel 2002, su iniziativa degli eredi dello scultore. Dal 2005 è costituito in Associazione iscritta nel Registro Regionale Ligure delle Organizzazioni di Volontariato, Settore Culturale (O.N.L.U.S.). Il MGSV è stato migliorato, specialmente per quanto riguarda gli accorgimenti per la corretta conservazione delle raccolte e nella didattica, e questo anche grazie ai contributi ricevuti dalla Regione Liguria. Il Museo è situato nei locali che furono l'atelier dello scultore per la maggior parte della sua attività artistica. Si trova nel centro cittadino della delegazione di Genova Sestri Ponente, ai piani inferiori dell'edificio che fu appositamente costruito dallo Scultore per questo scopo e che ospitava anche la sua abitazione. Nel riordino di locali, pur tenendo conto delle esigenze dell'attuale destinazione (conservazione ed esposizione al pubblico delle opere), si è cercato di non perdere le peculiarità derivanti dall'essere stato un atelier. Nel MGSV perciò, oltre alle raccolte artistiche vere e proprie, sono conservati ed esposti attrezzi, strumenti, libri che appartennero all'Artista. La raccolta delle sculture comprende oltre 200 pezzi in gesso, bronzo, marmo, terracotta e legno. Si tratta di opere definitive, bozzetti, studi, modelli in gesso in varia scala relativi a opere che in veste definitiva compaiono in piazze, collezioni pubbliche e private, chiese, cimiteri. Di queste una buona parte è esposta al pubblico e consente una visione pressoché completa dell'attività di Luigi Veneziano. Tra le opere che si possono ammirare, ricordiamo bozzetti e modelli per i Monumenti ai Caduti di Porto Maurizio, Borzoli, Savona e Sestri Ponente, le statue della facciata della Basilica di S. Maria Assunta a Sestri Ponente, il grande Sacro Cuore della Parrocchiale di Vado Ligure, molti monumenti funerari tra i quali Inga e Vicini a Staglieno, Carrer, Parodi e Rapallo a Sestri Ponente, Berdini a Fano, Segala a Tirano. Ampiamente documentata anche l'attività di ritrattista. Pure molto significativa è la raccolta di disegni. Una parte di essi riguarda il periodo della sua formazione artistica, durante la frequenza ai corsi dell'Accademia Ligustica di Belle Arti. Moltissimi altri disegni sono stati eseguiti come studio propedeutico allo sviluppo delle sculture. I disegni sono importanti sia per la qualità che come testimonianza del modo di operare dello Scultore. Le raccolte del MGSV sono completate dalle foto d'epoca delle opere e dai documenti. Le prime, oltre che per il loro valore in sè, consentono di estendere la conocenza dell'operato dello Scultore alle opere non altrimenti presenti in gipsoteca. La raccolta dei documenti è stata importante per la ricostruzione dell'iter artistico di Luigi Veneziano, che ha portato alla recentissima pubblicazione del Catalogo Scientifico della Gipsoteca.

Genova

Genova

Affacciata sul Mar Ligure, dominatrice dell'omonimo golfo, la sua storia è legata alla marineria e al commercio. Il suo porto è il più grande ed importante d'Italia, ed il secondo del Mediterraneo. La città ospita cantieri navali e...