Museo

Museo dei beni culturali cappuccini

VIALE IV NOVEMBRE, 5, Genova
Padre Cassiano è stato un autentico frate cappuccino, e il suo ideale di vita cappuccina cercò di rappresentarlo con la creazione del museo fondato nel 1978. Era una raccolta di manufatti, documenti e testimonianze relative al costume, all’arredamento, allo svolgersi della vita quotidiana dei conventi. I frati oggi hanno voluto tener fede all’idea di P. Cassiano e hanno deciso di aprire questo nuovo museo al passo coi tempi. Il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova è una struttura moderna. L’intento è quello di aiutare a capire meglio quale affascinante mondo si celi dietro la vita di un frate attraverso mostre temporanee incentrate ora su un argomento ora su un altro, ma sempre con un occhio di riguardo nei confronti delle attività che i frati cappuccini genovesi hanno svolto, e svolgono tuttora, all'interno dei conventi loro affidati. Dal 2005 ad oggi il museo ha proposto varie mostre grazie alle quali è stato possibile presentare al pubblico parte del patrimonio dei Beni Culturali Cappuccini liguri raccolto  con grande zelo dai padri cappuccini dai vari conventi che a causa della crisi di vocazioni sono stati chiusi negli ultimi anni. Fanno parte della collezione permanente del Museo nomi importanti della pittura e scultura ligure come ad esempio: Bernardo Strozzi, Domenico Fiasella, Luca Cambiaso, Orazio De Ferrari, Giovanni Battista Paggi, Domenico Piola, Anton Maria Maragliano.
 

Genova

Genova

Affacciata sul Mar Ligure, dominatrice dell'omonimo golfo, la sua storia è legata alla marineria e al commercio. Il suo porto è il più grande ed importante d'Italia, ed il secondo del Mediterraneo. La città ospita cantieri navali e...

Booking.com