Immagine non disponibile
Area Archeologica

Area archeologica di Attidium

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
Località Attiggio, Fabriano, (Ancona)
Il centro romano di Attidium si sviluppava in corrispondenza dell'attuale frazione di Attiggio, situata a pochi chilometri dal comune di Fabriano (AN). Le testimonianze archeologiche più antiche risalgono al tardo Neolitico e dimostrano come l'area sia stata frequentata durante la preistoria e la protostoria. Una campagna di scavo del 1959 diretta dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici delle Marche, ha infatti messo in luce un deposito archeologico che in successione ha rilevato la presenza di alcuni abitati: un livello della fase finale del neolitico con alcune buche di palo ed un focolare, uno strato dell'età del rame, alcune buche di palo del Bronzo Medio, un abitato piceno del V sec. a.C., ed alcuni materiali funerari di età romana. Prima della romanizzazione, nel territorio appenninico dell'alta valle dell'Esino erano stanziate comunità picene, celtiche e probabilmente anche umbre: stando ad alcune fonti epigrafiche e letterarie.  
In particolare legato ad Attiggio, doveva essere il collegio sacerdotale dei Fratres Atiedii, menzionato più volte nelle Tavole Iguvine, il famoso testo sacrale umbro redatto tra III e I sec. a.C., conservato nel Museo Civico di Palazzo dei Consoli a Gubbio (PG
 

Fabriano

Fabriano

Fabriano (Favrià in dialetto fabrianese) è un comune italiano di 31.994 abitanti della provincia di Ancona nelle Marche. È un importante polo industriale, grazie alla produzione di carta (Cartiere Miliani Fabriano) e di...

Booking.com