• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Edificio di culto

Basilica di San Nicola (duomo)

Largo Abate Elia, 13, Bari Tempo di lettura: meno di 1 minuto

La Basilica di San Nicola è uno dei più fulgidi esempi di architettura romanica pugliese. Affidata all'Ordine domenicano, fu costruita tra il 1087 e il 1100, durante la dominazione normanna. L'edificazione della Basilica è legata alle reliquie di San Nicola, traslate da sessantadue marinai baresi dalla città di Myra, in Licia, fino a Bari, il 9 maggio 1087. La facciata a salienti, semplice e maestosa, è tripartita da lesene e coronata da archetti, aperta in alto da bifore e in basso da tre portali, quello mediano a baldacchino su colonne riccamente scolpito. Due torri campanarie mozze, di diversa fattura, fiancheggiano la facciata. I fianchi si caratterizzano per le profonde arcate cieche e le ricche porte. All'interno la Basilica si sviluppa a croce latina, col corpo longitudinale diviso in tre navate da dodici colonne. La navata centrale, con copertura a capriate, è scandita da tre arconi trasversali aggiunti nel XV secolo in seguito a un terremoto. Al di sopra degli archi c'è matroneo a trifore. Il soffitto è intagliato e dorato accompagnato con riquadri dipinti del XVII secolo. L'altare maggiore è sormontato da un ciborio del XII secolo. Nell'abside centrale il pavimento è a tarsie marmoree con motivi orientaleggianti e risale al XII, così come la sedia episcopale marmorea. Sulla destra sono presenti il trittico di Andrea Rico da Candia del XV secolo e il ricco altare di San Nicola, in lamina d'argento sbalzato del 1684; a sinistra campeggia una pala d'altare sovrastata da una cimasa di Bartolomeo Vivarini, del 1476. Il ciborio soprastante l'altare, realizzato prima del 1150, è il più antico della Puglia. La Basilica conserva anche uno dei maggiori capolavori scultorei del romanico pugliese: la Cattedra di Elia, realizzata al termine dell'XI secolo. La Cripta è sostenuta da 26 colonne con capitelli romanici e custodisce il corpo di San Nicola, uno dei santi maggiormente venerati fra i cristiani ortodossi, tanto che la Basilica rappresenta uno dei pochi luoghi frequentati da fedeli appartenenti a diverse confessioni cristiane. Una leggenda narra che sia stata costruita per nascondervi il Sacro Graal.

Potrebbero interessarti