Museo

Museo archeologico Giovanni Rambotti

Via Tommaso Dal Molin 7/c, ?, Desenzano del Garda, (Brescia)

Il Museo, intitolato a Giovanni Rambotti, cittadino illustre famoso per le sue collezioni di manufatti di Polada, è stato inaugurato nel 1990. Il Museo, grazie alla sua posizione geografica, in una zona ricca di testimonianze dell'età del Bronzo, offre una vasta indagine sulle culture preistoriche del distretto Benacense. L'eccezionalità di questa regione, una delle più importanti d'Europa per quanto riguarda le zone umide archeologiche, viene dai depositi umani oggi sommersi, lontani dalla riva del lago o stratificati nelle torbe dei bacini inframorainici. Il pezzo forte del Museo è un aratro in legno di quercia, risalente al Bronzo Antico (circa 2000 a.C.), scoperto in uno strato di torba nel 1978, bloccato tra le pile di una palafitta. Il Museo è situato nel chiostro dell'un ex-convento di S. Maria del Carmine (1472). La chiesa attigua, oggi sconsacrata, presenta un chiostro rettangolare con cinque archi su ciascuna estremità laterale e venti colonne.

Desenzano del Garda

Desenzano del Garda

Desenzano del Garda (Dezensà in dialetto bresciano) è un comune italiano di 28 079 abitanti della provincia di Brescia, nel basso Lago di Garda, in Lombardia. Si chiamò Desenzano fino al 1862, quando con regio decreto 7 settembre 1862...