Comune

Catania

Catania

Fondata nel 729 a.C. dai calcidesi, vanta una storia millenaria caratterizzata da svariate dominazioni, i cui resti ne arricchiscono il patrimonio artistico, architettonico e culturale. Sotto la dinastia aragonese fu capitale del Regno di Sicilia. Nel corso della sua storia è stata più volte interessata da eruzioni vulcaniche (la più imponente, in epoca storica, è quella del 1669) e da terremoti (i più catastrofici ricordati sono stati quelli del 1169 e del 1693). Il barocco del suo centro storico è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Catania offre paesaggi eterogenei, concentrati in un'area ristretta. Sorge sulla costa orientale dell'isola, ai piedi del vulcano Etna (il vulcano attivo più alto d'Europa), a circa metà strada tra le città di Messina e Siracusa, affacciandosi sul Mar Ionio con il golfo che da essa prende il nome. Del periodo greco non rimangono molte tracce; miglior fortuna hanno avuto i monumenti di epoca romana, che hanno resistito fino a oggi testimoniando l'importanza della città in antico. Probabilmente anche "'u liotru", l'elefante simbolo della città situato attualmente al centro di piazza Duomo, è stato scolpito in epoca romana, se non prima. È un manufatto in pietra lavica porosa, il cui nome deriva probabilmente dalla storpiatura del nome di Eliodoro, negromante semi-leggendario e grande avversario di Leone il Taumaturgo. Del periodo normanno si conservano principalmente il castello di Aci (presso il Comune omonimo) e le absidi della Cattedrale di Sant'Agata (il Duomo), che poi sarebbe stata ristrutturata dopo il terremoto del 1693. Oggi la Cattedrale conserva la vara, il busto-reliquiario e la cassa-reliquiaria di Sant'Agata, realizzato dal senese Giovanni di Bartolo nel XIV secolo. Tutti i monumenti antichi sono stati inseriti nel tessuto urbano della città ricostruita grazie a tanti artisti, anche di fama nazionale, tra cui di certo spicca l'opera dell'architetto Giovanni Battista Vaccarini, che hanno dato alla città una chiara impronta barocca. Uno dei posti più caratteristici della Catania popolare è il mercato del pesce della Pescheria, sempre rutilante di colori, voci e odori. La via Etnea è il salotto della città: attraversa Catania da sud a nord partendo dalla piazza del Duomo. Patrona di Catania è sant'Agata, alla quale viene ogni anno dedicata una grandiosa festa lunga tre giorni (dal 3 al 5 febbraio), durante i quali la città viene impegnata in un misto di devozione e di folklore.

Booking.com