Biblioteca Comunale Scarabelli | ViaggiArt
Biblioteca

Biblioteca Comunale Scarabelli

Corso Umberto I, 88, Caltanissetta

Fondata nel 1862 e ospitata nei locali dell'ex Convento dei Gesuiti, prende il nome dal filologo Luciano Scarabelli, che fece cospicue donazioni di preziosi volumi. La Biblioteca vanta un patrimonio di 142.166 volumi e 281 manoscritti (anno 2013). Possiede inoltre una collezione di opere storiche costituenti il Fondo Antico, tra le quali 11 incunaboli di argomenti filosofici e religiosi del 1476-1496, due pergamene e più di mille preziose cinquecentine. Insieme ad altri volumi acquistati da privati, si aggiunsero quelli personali del direttore, Calogero Manasia e dello scultore Michele Tripisciano. Tra le donazioni più recenti vanno ricordate per importanza quelle di Giovanni Mulè Bertòlo, storiografo della città. Di particolare pregio e importanza fu l'apporto dei libri provenienti dal Convento dei Cappuccini. Il corpus più prezioso è certamente quello delle cinquecentine. Inoltre, particolarmente famosa e importante è la Bibbia Poliglotta di Waltonfu, stampata a Londra tra il 1654 e il 1657 in sei volumi. L'opera di Brian Wolton, vescovo studioso orientalista, è scritta in latino, greco, arabo, caldeo, ebraico, etiope, persiano, samaritano e siriaco. Ad essa sono correlati due volumi del dizionario in sette lingue di Edmond Castell, con relative grammatiche, detto Lexicon Heptaglotton (1686). All'interno della Biblioteca  pregevoli opere d'arte e una raccolta di busti di personaggi illustri.

Caltanissetta

Caltanissetta

Di origini incerte, probabilmente sicane, deve il nome agli arabi che conquistarono la Sicilia nell'IX secolo. Trasformata in feudo dai normanni, dopo varie vicissitudini passò nel 1405 sotto il dominio dei Moncada di Paternò, che...

Booking.com