Cattedrale di Sant'Alessandro - ViaggiArt
Edificio di culto

Cattedrale di Sant'Alessandro

Piazza Duomo, Bergamo

La storia della cattedrale è stata controversa ed oggetto di numerose supposizioni negli ultimi secoli a causa della mancanza di reperti archeologici e fonti scritte antecedenti l’età medievale. Soltanto durante alcuni lavori di restauro, iniziati nel corso dell’anno 2004, sono stati rinvenuti resti risalenti all’età romana, che hanno permesso di ricostruire con particolare precisione sia gli edifici che si sono susseguiti nell’area che l’impianto urbano della zona in cui attualmente si trova il duomo. Sotto la pavimentazione difatti sono emersi differenti strati, ognuno dei quali corrispondente ad altrettante epoche. Il più antico ha evidenziato la presenza di un primo luogo di culto paleocristiano, risalente al V secolo, del quale si era soltanto ipotizzata l’esistenza. Questo, in stile romanico e dedicato a san Vincenzo, aveva dimensioni importanti, tanto che il perimetro dello stesso era pari a quello dell’attuale, e venne costruito al centro dell’assetto urbanistico del tempo, stravolgendone l’identità. Si consideri difatti che negli scavi è stato ritrovato in buono stato un tratto del cardo cittadino, muri appartenenti a ville patrizie e mosaici risalenti al I secolo. Questo sta ad indicare la notevole importanza che la comunità cristiana aveva già in quel periodo. Inoltre sono affiorate tombe di età longobarda ed affreschi attribuibili al Maestro della Rocca di Angera, autore anche di altre opere in chiese della città nella seconda metà del XIII secolo.

Info:

7:30/12:00; 15:00/18:30

 

Bergamo

Bergamo

Bergamo è tradizionalmente suddivisa in "Città Alta", cinta da mura e posta in posizione più elevata, e "Città Bassa", resa in parte più moderna da alcuni interventi di urbanizzazione. Bergamo Alta è una citt...

Booking.com