Mooks apre a Napoli il primo Book and Bed c
Ansa

Mooks apre a Napoli il primo Book and Bed

NAPOLI - Dormire tra i libri, lasciare che le pagine diventino le lenzuola, farsi avvolgere dallestorie. A Napoli ora si può: dal 25 maggio gli amanti della lettura avranno la possibilità dialloggiare nel primo "Book and Bed" italiano situato nel Mooks Palace di via Luca Giordano 158, alpiano superiore della libreria Mondadori lì presente dal marzo 2018. All'origine dell'innovativoprogetto, targato Mooks, la volontà di replicare nel nostro Paese il format già esistente inGiappone, a Tokio, dal 2016, reinterpretandolo, innovandolo e immaginandolo per la realtà e iltessuto sociale nel quale impatterà. "Abbiamo eseguito, così come ogni nostra iniziativaimprenditoriale, studi di fattibilità chiedendo ad un campione di oltre 1500 lettori del Vomero,quartiere che dalle inizi ci accoglie e ci sostiene con calore ed entusiasmo, cosa avrebbero volutostravolgere e cosa invece avrebbero voluto confermare dell'idea giapponese - spiega Antonio Serpe,Ceo di Mooks - . L'esito della ricerca ci ha pertanto condotti alla realizzazione di un formatdiverso, più ricercato, dal taglio suite". Il modello napoletano si propone, infatti, come un "Bookand Bed Suite": un ambiente caldo e intimo, di raffinata eleganza.Due suite, la Calvino e la Freud, ognuna da 45 mq, arredate con pregiati mobili d'antiquariato etessuti avvolgenti, in cui si potranno trovare oltre 4000 titoli, spaziando da capolavori del 1741,provenienti da collezioni private degli imprenditori a volumi più contemporanei. Ambienti aperti,dinamici, nei quali non esistono muri ma solo opere in falegnameria, create in simbiosi con laprofessionalità dei maestri artigiani Coppola, che hanno saputo interpretare e valorizzare con laloro esperienza, ogni variazione sul tema iniziale. "Ci siamo divertiti a non seguire né un ordinecronologico e né uno tematico per l'esposizione dei libri - prosegue Serpe -, e abbiamo voluto che inostri avventori si divertissero nella scoperta dei testi, evitando qualunque settorialità, e perchéno, perdendo il sonno in quest'affascinante ricerca". Le suite ospiteranno inoltre anche unaselezione di opere d'arte contemporanee e gallerie fotografiche di artisti già affermati oemergenti, selezionate tra le numerosissime richieste pervenute dal lancio dell'iniziativa.Non si fermerà a Napoli il progetto di hotel biblioteca di Mooks: a breve anche Milano Brera avrà ilsuo Book and Bed Suite. Entro la fine del 2020 saranno invece realizzati a Napoli, in via Roma, enella Capitale, nel quartiere Eur, altri due Book and Bed, dove però il concept sarà più smart e piùsimile al modello orientale, che andranno quindi ad ampliare e diversificare l'offerta esistente interritorio partenopeo e nazionale. Mooks nasce come un progetto culturale innovativo, made inNapoli, un contenitore che rivoluziona il tradizionale concetto di libreria sul quale fonda la suaprimaria identità con i due store a marchio Mondadori di piazza Vanvitelli e di via Luca Giordano:Mooks diversifica e arricchisce con le sue variegate proposte: il libro, la sua anima più profondanel vastissimo catalogo offerto e negli incontri con gli autori - oltre 150 ogni anno - perdiscutere e confrontarsi con scrittori locali e nazionali; la musica nei prodotti commerciali enegli eventi che coinvolgono giovani e promettenti musicisti partenopei e grandi nomi del panoramaitaliano; la convivialità nella possibilità di lavorare nello spazio Coworking usufruendo della freeWifi Connection; l'arte in ogni sua manifestazione dalla fotografia alla pittura, alla scultura, anuove e innovative forme di espressione in Mooks Fabrika che coinvolge sia giovani talenti cheartisti di caratura internazionale e che, dal 2016, si è aperto anche all'editoria, con ben trevolumi sino ad ora pubblicati; e, da ultimo, anche l'ospitalità con nuova apertura del Book and Bed,l'hotel dei sogni per ogni vero amante dei libri.  
Leggi l'articolo completo su ANSA.it

Potrebbero interessarti