Barumini si conferma meta di successo c
Ansa

Barumini si conferma meta di successo

CAGLIARI - Barumini con i suoi gioielli archeologici e culturali è sempre più un polo di attrazioneculturale turistico. Lo dicono i numeri: oltre 150 mila presenze solo nel 2018. Lo scorso anno eranostate 139 mila.   Sempre più visitatori in tutti i mesi dell'anno decidono di conoscere le sue bellezze culturali edel territorio. Il gioiello da ammirare è sopratutto l'area archeologica "Su Nuraxi", patrimonioUnesco, con le sue 89 mila 504 presenze, uno dei più grandi insediamenti nuragici e meglioconservati, tappa obbligata per chi voglia conoscere la civiltà nuragica. Ma cresce sempre piùl'appeal per il Polo Museale "Casa Zapata" e il Centro culturale "Giovanni Lilliu".   L'antica residenza dei baroni Zapata passa dai 35.080 visitatori del 2017 ai 38.322 del 2018.Settemila presenze in più si registrano per il centro "Giovanni Lilliu", che passa dai 15.962visitatori ai 22.315. Gli stranieri si riconfermano la maggioranza: a "Su Nuraxi", 51.471 contro le38.033 presenze di italiani.   Al primo posto i francesi (17.367), seguono tedeschi (8.644), spagnoli (3.377) e olandesi(2.839). Il picco di visite si è registrato nei mesi estivi con agosto a farla da padrone: 15.831accessi a Su Nuraxi, 6.633 a Casa Zapata e 3.230 al Centro Lilliu. Ma la Fondazione Barumini SistemaCultura ha puntato anche sulla destagionalizzazione e i risultati sono arrivati con un costanteaumento dei numeri anche nei mesi di spalla e quelli invernali. A dicembre sono stati 3.809 ivisitatori, con un incremento di 700 unità.   Un trend positivo e in costante crescita durante tutti i mesi dell'anno dovuti anche agli eventipromossi dalla Fondazione come l'Expo del Turismo Culturale in Sardegna o l'allestimento dellemostre dedicate al territorio. Sono triplicate le presenze rispetto all'anno precedente alleattività didattiche per le scuole. (ANSA).   
Leggi l'articolo completo su ANSA.it

Potrebbero interessarti