A Bard mostra sui Tesori dell'Aquila c
Ansa

A Bard mostra sui Tesori dell'Aquila

 AOSTA - Una selezione di opere recuperate e restaurate - in totale 14 tra oreficerie, sculture interracotta, pietra e legno, dipinti su tavola e tela - provenienti dalle chiese dell'Aquiladevastate dal terremoto del 6 aprile 2009. Capolavori che fanno parte della mostra "L'Aquila. Tesorid'arte tra XIII e XVI secolo", allestita dal 31 maggio al 17 novembre al Forte di Bard.   L'esposizione - "una storia di sopravvivenze, un omaggio alla città dell'Aquila nel decennale delsisma e una testimonianza della grande ricchezza della sua arte" - propone varie opere: dalleMadonne con Bambino del Maestro di Sivignano e di Matteo da Campli a quella detta Delle Grazie, dalgrande Crocefisso della Cattedrale alla Croce processionale di Giovanni di Bartolomeo Rosecci,dall'elegante e leggero San Michele arcangelo di Silvestro dell'Aquila allo splendido San Sebastianodi Saturnino Gatti, dal Sant'Equizio di Pompeo Cesura fino alle grandi tele di Mijtens. Ideato daMarco Zaccarelli, il progetto è promosso dall'Associazione Forte di Bard con il patrocinio dellaCittà dell'Aquila e della Regione Abruzzo. La mostra sarà affiancata dall'esposizione fotografica,inedita, 'La città nascosta' di Marco D'Antonio: una selezione di 15 grandi fotografie dedicateall'Aquila notturna, ripresa nelle sue aree ancora da ricostruire. (ANSA).   
Leggi l'articolo completo su ANSA.it

Potrebbero interessarti