Sentiero Italia, il più lungo trekking al mondo torna protagonista c
Ansa

Sentiero Italia, il più lungo trekking al mondo torna protagonista

   Nell'anno del turismo lento si torna a parlaredi Sentiero Italia [//sentieroitalia.cai.it/] ,un tracciato escursionistico di oltre 6 mila km che attraversa tutte le regioni italiane, attraversoil versante meridionale delle Alpi, lungo l'intera dorsale appenninica e le isole. Il Club AlpinoItaliano ha infatti avviato un grande lavoro di ripristino dell'infrastruttura escursionistica e alcontempo è proprio lungo questo percorso che si svolgerà il progetto Va' Sentiero[//vasentiero.org/#vasentiero] , un viaggio collettivo ideato da tre ragazzi e patrocinato dalTouring Club Italiano , con l'obiettivo di dare voce a questo tracciato e alle terre che attraversa.##IMG## [//wwwmca.ansa.it/webimages/img_700/2019/4/20/7cf3f93bb9aa91ef1e92bb2d556be8a0.jpg]  Sentiero Italia è il percorso di trekking più lungo del mondo: misura 6880 chilometri e attraversa20 regioni, con 400 tappe e 6 siti naturali Unesco attraversati. Ovviamente è facilmentepercorribile a tappe. L'idea di realizzarlo la ebbe nel 1981 il giornalista, fotografo edescursionista Riccardo Carnovalini , che la concretizzò poi nel 1983 insieme ad altri esperti. Nel1995 lungo questo affascinante percorso migliaia di appassionati parteciparono alla prima edizionedi CamminaItalia. L'itinerario è stato fatto proprio dal CAI nel 1990.  Il Sentiero Italia è un cammino per tutti , un percorso escursionistico, un trekking da percorrerezaino in spalla anche a piccoli tratti, che non tocca le vette delle montagne ma le terre alted'Italia, anima del nostro Paese. Non è assolutamente un'arrampicata, insomma, e in quei tratti piùimpegnativi il CAI ha previsto delle alternative per renderlo accessibile a tutti .  Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia attualmente è quasi completamentesegnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura S.I .##IMG## [//www.ansa.it/webimages/img_700/2019/4/20/e0402cc4263c0c3c627a7e1145b13fe1.jpg]  Oggi il CAI, con l'aiuto dei gruppi regionali, sta facendo un grande lavoro di ripristinodell'infrastruttura. "Abbiamo un sogno, quello di unire l'Italia intera in un abbraccio , attraversola percorrenza a piedi degli straordinari territori che il nostro Paese è in grado di offrire nonappena si abbandona la strada asfaltata", afferma il presidente del CAI Vincenzo Torti . E' statafatta dal CAI una verifica e un recupero di tutto il sentiero, in quanto negli anni molti tratti nonerano più ben percorribili. E così sono cominciati gli appuntamenti Cammina Italia CAI 2019[//vmcms.ansa.priv/system/workplace/admin/newstool/%20/sentieroitalia.cai.it/notizie/], una serie di tappe in ogni regione.##IMG## [//www.ansa.it/webimages/img_700/2019/4/20/7638a1041635c346e30b511363de8243.jpg]  La prospettiva è di creare entro il 2020 un percorso strutturato e un itinerario permanente , comela Via Francigena o il Cammino di Santiago che celebri le bellezze d'Italia. "Al Sud e nelle isolec'è molto entusiasmo - racconta Torti -, è chiaro che si sentono uniti e partecipi. Nel 2020contiamo di coinvolgere le scuole, ogni scuola sarà invitata a percorrere una tappa del sentiero.Vogliamo lasciare questo splendido percorso alle generazioni future".  Lungo questo affascinante tracciato si svolge Va' Sentiero [//vasentiero.org/] ,un'iniziativa ideata tre giovani - Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono - epatrocinata, tra gli altri, dal Touring Club Italiano .##IMG## [//www.ansa.it/webimages/img_700/2019/4/20/d9b475cab4ba4399c304f58bb03615c6.jpg]E' un viaggio lungo un anno che parte il prossimo 1 maggio . "Nel 2016 - racconta Yuri Basilicò - hoscoperto questo percorso escursionistico, sono stati dei ragazzi norvegesi a farmelo conoscere. E'un patrimonio unico che abbiamo in Italia che non è affatto conosciuto, mentre può attrarre turismoe promuovere terre bellissime ma purtroppo spopolate, usi e costumi che stanno scomparendo e chesono la nostra risorsa. Così tra 2016 e 2017 abbiamo cominciato a lavorarci, cominciando a conoscereRiccardo Carnovalini e chi questo percorso lo aveva ideato. Da lì - spiega Yuri - è nata l'idea diun viaggio collettivo: il nostro obiettivo è dare voce a questo sentiero, promuoverlo e coinvolgerela gente a mettersi in cammino con noi".  La prima tranche del viaggio lungo il Sentiero Italia Cai durerà da maggio a novembre , quando itre ragazzi, e il gruppo che nel frattempo si è già costituito (tutti tra 20 e 30 anni), sifermeranno per trascorrere l'inverno nei luoghi terremotati del Centro Italia , tra le popolazionicolpite dal sisma. Chiaramente "in alcuni casi, come questo, faremo delle digressioni dal sentieroper entrare nei centri abitati e raccontare la vita delle popolazioni che incontreremo".  Dopo tre mesi di pausa il cammino riprenderà per concludersi in Sardegna nel settembre 2020 ."Dormiremo in rifugi, ostelli e tra coloro che ci daranno ospitalità - spiega Yuri -. Racconteremole tappe e ciò che vedremo nel nostro cammino attraverso video e post sul nostro sito e sui canalisocial. Cercheremo di promuovere quella cultura della montagna che in Italia non c'è".enrica.dibattista@ansa.it 
Leggi l'articolo completo su ANSA.it

Potrebbero interessarti