Ischia, in 400 per il corteo storico di Sant'Alessandro c
Ansa

Ischia, in 400 per il corteo storico di Sant'Alessandro

ISCHIA (NAPOLI) - Torna ad Ischia il 26 agosto dopo un anno di stop il Corteo Storico diSant'Alessandro, una delle manifestazioni isolane più caratteristiche che con una lunga sfilata difiguranti in costume rievoca le principali fasi storiche dell'isola attraversando le stradeprincipali del comune isolano capoluogo.   Organizzato dall'Associazione Culturale Pro Sant'Alessandro, che prende il nome dal piccolo ecaratteristico borgo ischitano ed è presieduta da Franco Napoleone, l'evento si è tenuto per laprima volta nel 1981 e dopo il break del 2018 quest'anno vedrà sfilare 400 persone che partirannodal Pontile ai piedi del Castello Aragonese alle 18; ad aprire il lungo corteo saranno ipartecipanti con i costumi dei coloni arrivati ad Ischia dalla lontana Grecia euboica e, tra lealtre epoche storiche, saranno ricordate la dominazione degli Angioini e degli Aragonesi (con chiaroriferimento al cenacolo letterario ospitato sull'isola in pieno Rinascimento dalla poetessa VittoriaColonna) passando per il Settecento di Carlo III che proprio dall'isola d'Ischia mosse i primi passialla conquista del Regno di Napoli, la breve stagione francese con Gioacchino Murat fino al periodoborbonico dominato dalla figura di Ferdinando II.   A rendere particolarmente spettacolare la sfilata va segnalata la presenza, oltre che di carrozzee cavalieri al seguito dei figuranti, anche dei gruppi folkloristici ospiti giunti in queste oredall'Italia e dall'estero: i cortei storici di Marin, Popoli, Castelvetro, Ortisei, Val Gardena, diAberdeen in Scozia, i Mamuthones di Mamoiada, i Falconieri del re di Milano ed in testa al corteo adannunciarne il passaggio nelle strade del comune isolano capoluogo gli sbandieratori di Cava deiTirreni.   Grande cura viene dedicata anche alla vestizione dei figuranti che indossano in molti casi abiticuratissimi, realizzati con stoffe ricercate e decori elaborati.   L'evento clou di domani sarà preceduto stasera da un mini corteo sul percorso Sant'Alessandro -Pineta Nenzi Bozzi, nel cuore di Ischia Porto, a cui prenderanno parte i soli gruppi ospiti; domanisera invece, come da tradizione, il Corteo Storico si concluderà al calar del sole nella chiesettadi Sant'Alessandro dove sarà celebrata una messa al cui termine, gli organizzatori ed i partecipantiproseguiranno i festeggiamenti con un buffet a base di prodotti enogastronomici tipici ischitani.   
Leggi l'articolo completo su ANSA.it

Potrebbero interessarti